Fake news, fake pics… instagram, facebook, e l’illusione del falso te!

Chissà che divertimento ci trovano, nel pubblicare frammenti di vita costruiti ad arte…e per chi, poi? Come se alle anonime persone che si nascondono anche loro là dietro, interessasse veramente qualcosa. E così vedi foto di cuoricini, esaltanti amori invincibili, attimi immortali di felicità estrema, e mentre il ditino scorre sulla home e le accarezza d’istinto, una idea te la fai sulla favoletta che dall’altra parte qualcuno stia veramente vivendo, salvo poi tornare coi piedi sulla realtà quando pochi giorni dopo ti capita di ritrovare la stessa persona magari con la scritta “single” nelle informazioni o con una situazione amorosa completamente diversa, e ti chiedi se sei tu che hai preso fischi per fiaschi o se davvero c’è qualcosa che non torna.

Già, non torna. Non torna che su quel palco non riusciamo ad essere noi stessi, non torna che evidentemente se non riusciamo a farlo abbiamo paura che dall’altra parte se siamo noi stessi gli altri ci scartano, e quel ditino sulla schermata della foto nostra non si ferma più né d’istinto né per una scelta razionale. Magari non ci piacciamo proprio, e in quelle fake pics, cioè le nostre foto false, sogniamo di esserci, e nel pubblicarle vogliamo credere di poterci essere per davvero. Cioè ci prendiamo quello che non riusciamo nel quotidiano. Ce lo prendiamo là e ci crediamo così tanto, che dimentichiamo sia falso. Lo vestiamo di vero.

Nessuno la vede la lacrimuccia però. Più ti inventi felice mentre non lo sei, più di vanti di libertà e potere, mentre non ce l’hai, più ti intristisci dentro, e nessuno lo sa. Ma quello che non capisci è che a quel qualcuno che sta dall’altra parte non gliene frega niente di quello che di perfetto gli fai vedere di te. Lui no lei da quel perfetto si allontana, perché non gli appartiene. Invece vuole sentirti fragile e felice allo stesso tempo, vuole sentire e vedere in te ciò che ha dentro pure lui o pure lei. Possibile non riesci ancora a capirlo? Scusa ma la storia di Gesù ti avrà insegnato qualcosa oppure no?

Il suo miracolo più grande è l’aver incarnato il mistero di Dio nel corpo di un uomo, fragile come tutti gli altri. Per questo è speciale. Lo è per la sua umana e fragile capacità di spingersi “oltre”. Che bisogno hai di vendere ciò che vorresti essere, quando puoi esserlo se solo ti adoperi nel giusto modo perché ciò accada? Quel bolide dalle mille e una notte puoi farlo tuo, così come quella storia d’amore dalle mille e una notte. E così tutto il resto.

Ma devi smetterla di stare tra le nuvole, dove è fumo e nel fumo non ci capisci nulla e ti perdi. Scendi sulla realtà. E affronta il percorso giusto per far tuo ciò che ti rende veramente felice. Allora, e solo allora, ci starà tutta la foto su instagram e facebook, ma caspita gli regalerai un’emozione di te incredibilmente vera, e dentro ne godrai come mai prima. Think it over! Altro che fake a quel punto!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *