Biografia

Francesco Attorre è medico, psicoterapeuta, sessuologo clinico, mental coach, Life coach, formatore, scrittore, ma anche attore, musicista, cantautore. Laureato in medicina con una tesi ad indirizzo clinico e sperimentale dal titolo "Psicopatologia e Transessualismo - studio su 34 soggetti transessuali", ha poi conseguito diverse specializzazioni e Master: Mental Coaching, Life Coaching e Business Coaching, Sessuologia Clinica, Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicoanalitica, Psicologia Giuridica, Psicodiagnosi in ambito legale e Psicopatologia Forense (con una tesi dal titolo: “Psicodinamica ed aspetti mitologico-psicoanalitici del matricidio e del figlicidio”), Master in Medicina della Sessualità (con una tesi dal titolo: "Aspetti Psicodinamici della Pedofilia").

La sua attenzione si rivolge al mondo giovanile come a quello adulto, con particolare riguardo verso il tema della genitorialità, ma anche del disagio, delle dipendenze, della sessualità, ha infatti esercitato ed esercita la professione di medico e terapeuta, psicoterapeuta in ambito di Dipendenze, Psicopedagogista, Psicoterapeuta adolescenziale, Psicoterapeuta infantile, Formatore per docenti e genitori, Docente.

 

Una vasta formazione ed esperienza professionale, in ambiti svariati, che lo ha condotto ad elaborare il SISTEMA META, “una tecnica innovativa in grado di cambiare la visione delle cose e di se stessi, generando benessere e forza interiore per superare il dolore sia fisico che psichico e ritrovare il coraggio di scrivere un presente di Successo”. Francesco Attorre è un vero ed instancabile innovatore nell’ambito terapeutico, in cui porta avanti la sua ricerca ininterrottamente e con inesauribile passione. Una passione che emerge dal privilegiare un rapporto “tu per tu” con i pazienti: “provo ad essere un ‘amico’ speciale, un Trainer in grado di fornire, a chi lo sceglie, un modo nuovo e diverso di vivere la vita”. Motivatore e coach, oltre che psicoterapeuta, è un vero e proprio pioniere per quanto concerne l’utilizzo delle nuove tecnologie a fini terapeutici, sperimentando con successo nuove metodologie a distanza. E’, inoltre, un convinto sostenitore dell’importanza dell’arte e della cultura a fini terapeutici. Non a caso ha dato vita ad un personaggio poliedrico e accattivante, il Gabbiano Levian, che fa della cultura e dell'arte, viste attraverso la lente della psicoterapia, uno strumento di forte impatto con la gente.